Camere da Letto, Camerette

Cultura del buon dormire

Per fare cultura del buon dormire, occorre sfatare alcuni luoghi comuni

  1. Il Materasso dura una vita. Non è vero, dal punto di vista batteriologico e igienico, il materasso deve essere cambiato almeno ogni sette/otto anni. Il corpo umano emette ogni notte un terzo di litro di sudore, che va a depositarsi negli strati interni del materasso, creando l’habitat ottimale di acari e batteri.
  2. Il materasso deve essere duro. Sbagliato. Il materasso deve consentire al corpo di rilassarsi e distendersi. Se questo non avviene, il sonno è disturbato con gravi problemi per il risposo e, a lungo andare, per la schiena.
  3. Un materasso definito “buono” va bene per tutti. Sbagliato. I materassi vanno provati finché non si individua quello corretto per le proprie esigenze. Il peso, l’altezza, la sudorazione sono alcuni degli elementi che possono far optare per un materasso o per un altro.
  4. I composti organici e chimici nei materassi sono nocivi. Falso. Questa convinzione è detta chemofobia e cioè la paura degli effetti sulla nostra salute che gli agenti chimici possono avere. I materassi di qualità sono realizzati con materiali sicuri e controllati nel pieno rispetto delle norme in materia.
  5. La validità del supporto non è importante. Falso. Un supporto inadeguato può compromettere in modo grave la struttura del materasso e le sue prestazioni.
  6. Per i materassi matrimoniali non è importante scegliere supporti particolari. Falso. I materassi matrimoniali necessitano di supporti senza longheroni centrali sopraelevati rispetto al piano delle doghe.

Scopri tutte le nostre proposte per il buon dormire, dai letti, alle reti fino ai materassi e ai cuscini.

Reti (3)

Materassi (21)

Guanciali e accessori (6)

Letti (101)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *